Il mondo antico aveva un sistema prepotente che funzionava in termini semplici. Una nazione conquisterebbe una regione e richiederebbe tributi-pagamento annuale di denaro e beni. Se non ti rendessi omaggio, verrebbero a ucciderti. Sistema piuttosto semplice.

(Foto: Il tunnel di Ezechia. Per gentile concessione della Pictorial Library of Bible Lands)

Il re Ezechia rifiutò di rendere omaggio al bullo. Così gli Assiri invasero Giuda.

L’archeologia ha portato alla luce tesori che rivelano la fede di Ezechia in Dio. In che modo rafforza la vostra fede vedere la Bibbia in archeologia?

Il Tunnel di Ezechia portò acqua dentro Gerusalemme

Dopo che l’Assiria invase Giuda e cominciò ad assediare le città fortificate (2 Cronache 32:1).

Ezechia decise con i suoi ufficiali e i suoi guerrieri di tagliare la fornitura di acqua dalle sorgenti che erano fuori della città, e lo aiutarono. Così molti si radunarono e fermarono tutte le sorgenti e il torrente che scorreva per la regione, dicendo: “Perché i re d’Assiria dovrebbero venire a trovare acqua in abbondanza?’ . . . Fu Ezechia che fermò lo sbocco superiore delle acque di Ghion e le diresse verso il lato occidentale della città di Davide (2 Cronache 32:3-4, 30).

(Foto: Guadare attraverso il tunnel di Ezechia. Per gentile concessione della Pictorial Library of Bible Lands)

Oggi, i visitatori di Gerusalemme possono guadare attraverso il Tunnel di Ezechia, scolpito sotto la Città di Davide, una meraviglia assoluta di ingegneria. (C’è anche un’opzione per camminare attraverso un “Tunnel a secco” costruito in precedenza dai Cananei.)

Con quanti pezzi di archeologia puoi interagire così da vicino? Molto pochi.

La famosa “Iscrizione Siloam”, scoperta alla fine del tunnel, descriveva in antico scritto ebraico il processo di scavo del passaggio. L’iscrizione ora si trova sulla storia superiore del Museo Archeologico di Istanbul.

(Foto: Il Siloe Iscrizione al Museo Archeologico di Istanbul, Turchia)

Ezechia Muro Ampio Allargata Gerusalemme

Per proteggere il grande numero di rifugiati che strapazzate sud dopo Assiria, invase il regno settentrionale di vent’anni prima, il Re Ezechia costruito un muro attorno alla collina occidentale della città di Gerusalemme (2 Cronache 32:5).

Una parte di questo “ampio muro” è ancora visibile nell’odierno quartiere ebraico.

(Foto: L’ampio muro di Ezechia a Gerusalemme. Per gentile concessione della Pictorial Library of Bible Lands)

I preparativi di Ezechia includevano la preghiera

Avevano un muro. Avevano dell’acqua. Avevano anche armi. Ma quei preparativi non erano dove riponevano la loro fiducia.

Ezechia pregò con il profeta Isaia. (Quale migliore compagno di preghiera potresti avere del profeta Isaia?) Le parole di Ezechia al suo popolo furono meravigliose:

Siate forti e coraggiosi, non temete né spaventatevi a causa del re d’Assiria, né a causa di tutta la moltitudine che è con lui; poiché colui che è con noi è più grande di colui che è con lui. Con lui è solo un braccio di carne, ma con noi è il SIGNORE nostro Dio ad aiutarci e a combattere le nostre battaglie (2 Cronache 32:7-8).

E cosa è successo? Il Signore mandò un angelo che spazzò via l’esercito assiro.

Così tanto per il bullo.

I registri assiri registrano anche questo assedio. Sennacherib ha registrato queste parole su un prisma:

Quanto a Ezechia, il Giudeo, egli non si sottomise al mio giogo. Ho posto l’assedio a quarantasei delle sue città forti, fortezze murate e agli innumerevoli piccoli villaggi nelle loro vicinanze e li ho conquistati . . . . Lui stesso ho fatto prigioniero a Gerusalemme, la sua residenza reale, come un uccello in una gabbia.

(Foto: Fotografare il prisma di Sennacherib al British Museum di Londra, Inghilterra)

Notate che non dice che ha conquistato Gerusalemme! Il re assiro poteva solo vantarsi di averlo circondato. La parte su Dio che cancella il suo esercito, Sennacherib convenientemente omesso.

La politica dello spin non è una cosa nuova, vero?

A Lesson from Biblical Archaeology

Quando ho camminato attraverso il tunnel di Ezechia, e quando ho guardato l’ampio muro che ha costruito, e quando ho osservato il prisma di Sennacherib nel British Museum, o quando ho cercato di leggere l’istruzione Siloam nel Museo Archeologico di Istanbul, una lezione ha continuato a tremare nella mia mente.

Ho una fede radicata nella storia, non nel mistero. Le parole sulle pagine della Scrittura sono supportate da semplici elementi che possiamo scavare dal terreno.

Non provano nulla, ma supportano tutto.

  • Come possiamo aspettarci di credere nelle parti della Bibbia che non possiamo verificare—come la fede, il Messia e il cielo—se le Scritture non sono vere anche nel regno naturale?
  • La Bibbia non è principalmente un libro di storia, ma ciò che dice sulla storia è vero. La Bibbia non è un libro di scienza, ma ciò che dice sulla scienza è vero.
  • Questa realtà mi ricorda ciò che Gesù disse a Nicodemo: “Se ti ho detto cose terrene e tu non credi, come crederai se ti dico cose celesti?”(Giovanni 3: 12).

Con i miei occhi ho visto il muro di Ezechia, il Tunnel di Ezechia, il prisma di Sennacherib e l’iscrizione di Siloam. Sono reali.

Così è la mia fede.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.