Come molti altri motivi tradizionali del tatuaggio, Pharaoh’s Horses è un disegno basato sull’iconografia religiosa. Come dice la Bibbia, Mosè divise il Mar Rosso per permettere agli Israeliti di mettersi in salvo. Una volta che avevano trovato asilo, Mosè chiuse il mare annegando l’intero esercito egiziano, compresi i loro cavalli, che erano vicini alle spalle.

Sebbene si sappia poco dell’artista del pezzo originale, che si pensa risalga al xviii secolo, l’immagine mostra chiaramente 3 cavalli in movimento sopraffatti da un mare in tempesta dove c’è un senso di forza, potenza e paura. Consapevole dei pericoli della loro ricerca, il simbolismo dell’opera è visto dagli storici dell’arte come un disprezzo per le conseguenze e un riflesso dello spirito umano.

Le immagini dei cavalli del faraone si prestarono fortemente al tatuaggio, prima accreditate all’archivio di Gus Wagner e iniziarono a diventare popolari nell’industria intorno al 1920. Spesso visti all’interno di una cornice e con altri motivi tradizionali come le aquile, i tatuaggi di questa immagine sono più adatti a disegni su larga scala come schienali, fronti e cosce. Il tatuaggio dei Cavalli del faraone ha resistito alla prova del tempo come è ancora un disegno amato dai collezionisti e tatuatori tradizionali, compresi i nostri artisti qui allo studio.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.