I New York Jets sembrano essere coinvolti nel loro tipo di controversia Spygate.

Secondo diversi rapporti, i giocatori Jets hanno presentato una denuncia alla NFLPA sulle telecamere di sicurezza installate all’interno dello spogliatoio della squadra nella loro struttura di allenamento a Florham Park, New Jersey, sostenendo un’invasione della privacy.

Secondo Manish Mehta del New York Daily News, i giocatori affermano di non essere a conoscenza delle telecamere, che sarebbero state collocate nella struttura quando i Jets si sono trasferiti lì nel 2008.

La NFLPA ha immediatamente informato la NFL alla fine di ottobre, ma la scorsa settimana la lega ha concluso che i giocatori erano a conoscenza delle telecamere e non hanno violato alcuna regola o legge statale. I Jets attraverso la lega, dicono che le telecamere sono state posizionate per motivi di sicurezza interna.

Molti ex giocatori hanno detto al Daily News che non ricordano di essere stati informati sulle telecamere di sicurezza posizionate negli spogliatoi.

I Jets hanno informato la squadra in questa stagione che sarebbero stati monitorati sulla base della struttura per garantire che le linee guida COVID-19 venissero seguite, ma i giocatori attuali dicono di aver chiesto a una squadra ufficiale se potevano monitorare il loro movimento nello spogliatoio e non hanno ricevuto una risposta diretta.

Rich Cimini di ESPN ha contattato quattro ex giocatori, due dei quali hanno dichiarato di non essere a conoscenza delle telecamere nello spogliatoio mentre altri due hanno detto di sapere perché la sicurezza ha indagato su incidenti che hanno coinvolto oggetti di valore mancanti.

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.