Ci sono poche cose nella vita più deludenti che perdere un artista che volevi davvero vedere in un festival musicale. Forse si viaggia a festival musicali con grandi gruppi che non sempre sono d’accordo su chi vedere dopo. Forse si sottovaluta quanto tempo ci vorrà per camminare attraverso un luogo enorme. Oppure, se sei qualcosa come me, forse sei una farfalla sociale che i tuoi frequenti stop-and-chat con nuovi amici durano più a lungo del previsto. Qualunque sia la ragione, c’è un dolore unico che solo qualcuno che ha perso la loro unica possibilità di vedere un artista preferito a un festival sa. Entra nella nave Sacra.

Pool Deck

Holy Ship a una riunione di famiglia galleggiante che non solo offre un’esperienza di crociera fenomenale, ma anche un piccolo ed esclusivo festival in cui i partecipanti hanno la possibilità di curare il proprio itinerario. I due stadi più grandi sulla barca sono a soli 2 minuti a piedi sul ponte 15, mentre gli altri cinque stadi più piccoli sono un breve giro in ascensore per i ponti 6 e 7. Meglio di tutti, c’è sempre spazio per muoversi tra la folla e trovare il proprio pezzo della pista da ballo.

Gli artisti headliner sono quasi tutti ufficialmente programmati per esibirsi almeno due volte, per non parlare di set B2B improvvisati e spettacoli a sorpresa, quindi puoi virtualmente garantire che non sperimenterai mai il suddetto dolore di perdere i tuoi preferiti. Uno degli altri vantaggi unici di Holy Ship è che tutti gli artisti rimangono sulla nave. Li vedrai spesso camminare, ballare tra la folla, scattare foto e godersi la loro esperienza di Nave Santa tanto quanto te.

E ho menzionato i costumi? Oltre al tuo tipico abbigliamento da rave, i caricatori vanno TUTTI FUORI sui loro costumi. Ci sono serate a tema su due delle notti (13.0 aveva 80s notte e Memes IRL), oltre a un sacco di altri costumi di gruppo e individuali. La creatività e l’ilarità di SHIPFAM non hanno eguali.

LA SCALETTA

Dopo un per lo più insonni 4 giorni sulla nave Sacra 13.0, è difficile scegliere solo alcuni artisti da evidenziare, specialmente con così tanti DJ e artisti di alto livello in un unico posto, ma farò del mio meglio.

Disclaimer: I miei gusti si inclinano verso il basso più pesante, la trap, la progressive house e simili, quindi non troverai molta tech house qui sotto. Dirtybird ha avuto una proiezione solida su 13.0, con Fisher che ha suonato sia un set a vela, sia l’ambito Sunrise Sermon e Claude che ha ospitato diverse attività a bordo e la Jungle Massive, ma ero troppo occupato a prendere molto altro dai loro artisti.

PREFERITI

SLUMBERJACK è stato uno dei miei duetti produttori/DJ preferiti da quando li ho scoperti in un piccolo palco laterale al Lollapalooza nel 2016. Proveniente dall’Australia, questo duo ha un suono distinto che trascende i generi e sfida le aspettative. Più strettamente descritto come future bass, i loro set incorporano le proprie produzioni uniche e remix, così come i suoni di artisti spacebass come Rezz, così come colleghi australiani What So Not e Alison Wonderland. Abbiamo avuto la fortuna di vederli sia nella sede più piccola Spiegel, così come nel teatro ed entrambi gli spettacoli sono stati ugualmente impressionanti, in mostra le loro nuove collaborazioni con TroyBoi e Machine Age, così come i loro successi popolari come Horus ed Enigma ft. AMICO MIO.

Morgan e Fletcher sono una combinazione unica di musicista di formazione classica e produttore autodidatta, rispettivamente. Consiglio vivamente di vederli e controllare la loro musica, oltre a tenere d’occhio quest’anno il loro attesissimo EP SARAWAK, chiamato per il luogo di nascita di Morgan nel Borneo, dove la coppia ha viaggiato in 2018 per l’ispirazione per il loro album.

AD ALTA ENERGIA

TroyBoi

TroyBoi consegnato la sua combinazione unica di basso e hip hop con un’energia contagiosa, ballare, e trovare il perfetto equilibrio tra hyping la folla e lasciando che la musica parla da sé. Mentre ho sentito il suo computer firma espresso “T-R-O-Y-B-O-I” e la profonda “Welcome to London” spesso, mi hanno dato brividi tutto da capo dal vivo.

Ho scelto di rimanere verso la parte posteriore della folla e sul ponte superiore per la sua vela via sul ponte della piscina, ma ho fatto una priorità per vederlo di nuovo l’ultima notte e ho guidato la ferrovia per l’intero set. Ha chiuso il palcoscenico del teatro, un luogo in stile anfiteatro e uno dei momenti salienti della mia esperienza navale è stato quando è uscito dopo che il suo set si è concluso per stringere la mano e scattare foto con tutti coloro che sono rimasti.

Ekali

Ekali è stato un altro standout, anche giocando la piscina Ponte di apertura notte e il Teatro la seconda notte. Questo produttore canadese ha ucciso il gioco dal 2014, quando ha iniziato a produrre la propria musica. Suona una miscela di future bass, hip hop, trap e house, ed è stato ampiamente elogiato per i suoi remix e modifiche. I suoi set sono stati di guida e intenso, senza soluzione di continuità la transizione da hard bass a future house e trap. Ho preso entrambi i set ed è stato altrettanto impressionato la seconda volta.

PIÙ ACCATTIVANTE

ZHU è un artista enigmatico il cui stile abbraccia generi e stili. Accompagnato dalla sua tastiera, oltre a un chitarrista e un sassofono, ZHU ha consegnato un set indimenticabile il secondo giorno di Holy Ship. Con voce inquietante e una transizione accattivante dalla ballata mellow alla danza uptempo, ZHU ha consegnato una colonna sonora che ha tenuto il nostro gruppo di amici a ballare e ha segnato uno dei punti salienti del nostro viaggio insieme. Oltre al suo set Spice H20, ZHU ha anche suonato un set B2B a sorpresa con il produttore francese Tchami, così come il suo set BLACKLIZT, che ha chiuso il palco di Manhattan l’ultima sera, ma sono durato solo circa 5 minuti a quello spettacolo, a causa della temperatura nel locale e dei miei piedi doloranti.

MENZIONI D’ONORE

Rusko ha guadagnato recensioni entusiastiche da tutti quelli con cui ho parlato che hanno catturato i suoi set completi. Ho preso parte di uno di loro e sono rimasto colpito.

SAYMYNAME ha consegnato un set HARDTRAP (un genere di cui è accreditato come il padrino) sul ponte della piscina che era una sferzante esibizione di bassi duri e dubstep. Sono abbastanza sicuro di essermi dato il colpo di frusta durante il suo set.

GRiZ ha portato la sua adorata performance dal vivo sul palco di Spice H20, dondolando il suo sassofono e un nuovo splendido taglio di capelli. La sua positività e i suoi set ottimistici mi lasciano sempre riposato e pieno di speranza per il futuro. GRiZ è stato anche avvistato vagare la nave con una banda piena marcia, leader sfilata più cool del mondo.

PIÙ DELUDENTE

Quello che So Not è uno dei miei artisti preferiti. Una delle cose che non vedevo l’ora di più sulla Nave Sacra di quest’anno era che doveva suonare tre volte. Quando è salito sul palco per la terza volta per eseguire quello che sarebbe stato il suo set Island Party (l’isola è stata annullata a causa del mare mosso), ed è stato accompagnato da Louis Il bambino, Ekali, SLUMBERJACK e altri, ero entusiasta.

Il mio umore si inacidì rapidamente quando James Earl prese il microfono. L’avevo visto in tour con What So Non poche settimane fa a DC, ma il suo tempo sul palco è stato breve, anche se imbarazzante. Era stato anche al primo spettacolo di Spice H20 di What So Not, dove avevo incontrato alcune persone che se ne andavano mentre entravo, lamentandosi del fatto che il” ragazzo al microfono ” era rumoroso, odioso e non valeva la pena tollerarlo per il gusto di vedere cosa così non.

Dopo essere stato fischiato da un palco di Holy Ship e arrostito su Twitter l’anno scorso per il suo comportamento “cattivo gusto”, quando ha afferrato il microfono e interrotto il set di Madam X perché non era “abbastanza hip hop”, non credo che nessuno si aspettasse di vederlo di nuovo su Holy Ship. Serve come una sorta di inutile hype man per un artista la cui musica parla da sola.

Nel giro di pochi minuti, Earl aveva iniziato catcalling ragazze danzanti tra la folla e poi tirato un certo numero di loro fuori dalla folla, metterli nella fossa tra il palco e la barriera, e ha trascorso la maggior parte del set urlando sopra la musica e incoraggiando un twerkfest. Mentre io sono ben lungi dall’essere un restringimento viola, e apprezzare twerking nel giusto ambiente, questo tipo di comportamento è completamente inaspettato e indesiderato in un Cosa così non mostrare. L’artista stesso è sempre stato gentile e rispettoso, rimanendo dopo gli spettacoli per interagire con i fan. Il drastico contrasto tra questo e ciò che si è svolto sul suo set è stato qualcosa che un rapido sondaggio sui social media mostra che non sono l’unico a non apprezzare, con decine di fan che hanno detto di aver lasciato lo show a causa di ciò. Si può fare di meglio, Che cosa così non.

I SERVIZI

Mentre Holy Ship non viene a buon mercato, con cabine che vanno da $700 – 1500 o più a persona, trovo che l’esperienza complessiva sia valsa la pena. Se si condivide la mia fobia di porta vasini, si può prendere conforto nella comodità di avere il proprio letto, doccia e servizi igienici a pochi passi di distanza. Piuttosto che rischiare con venditori di cibo spesso mediocri, troverai cibo gratuito e delizioso, oltre a un’ampia varietà di bevande, disponibili 24 ore al giorno nella caffetteria della nave, a pochi passi dal palco principale della piscina. I servizi di Holy Ship spazzano via anche le più belle esperienze VIP del festival che ho avuto. Oh, e c’e ‘ un’altra cosa…

IL POPOLO

Ciò che distingue Holy Ship da qualsiasi altro festival è SHIPFAM, le persone che tornano anno dopo anno. Quest’anno ha visto il maggior numero di spedizionieri vergini dopo la vela inaugurale, che ha portato con sé alcuni dolori della crescita, ma c’erano abbastanza spedizionieri OG per portare avanti la cultura e costumi che rendono SHIPFAM davvero unico. Scommetterei che nemmeno Burning Man rivaleggia con Holy Ship quando si tratta di creare una comunità così affiatata e musicalmente inclinata, che ha generato carriere di DJ, eventi e persino festival completamente nuovi, come Shipfam Island.

Quando di recente mi sono trasferito dalla California a Washington, la prima cosa che ho fatto è stata raggiungere il contingente locale di SHIPFAM, che mi ha accolto a braccia aperte. Nel giro di poche settimane, ho avuto una traccia interna a tutti gli spettacoli locali, gli eventi e gli artisti che modellano la scena della musica elettronica DC. Come ogni famiglia, SHIPFAM non è privo di litigi e faide, ma alla fine, la musica riunisce tutti e crea una comunità senza precedenti.

Fino al prossimo anno, come direbbe Sensei, rispettatevi l’un l’altro e rispettate la nave!

*In primo piano via via Holyship.com*

Posted on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.